Run Run Run

Secondo appuntamento.
L’accoppiata padre-figlia, martedi alle 18.00, c’ha riprovato ed è stata avvistata sulla fascia di rispetto di Prà, insieme a un paio di ciclisti, qualche giovine a spasso col cane e una ragazza zompettante.
Sostenuta dalla mancanza di apparenti dolori, la figlia s’è lanciata in una corsa abbastanza sciolta, mantenendo un passo simile a quello dei bei vecchi tempi…per circa due chilometri scarsi.

Rispetto a sabato, questa volta siamo riusciti ad arrivare fino in fondo.
Rispetto a sabato, a momenti ci rimanevo in fondo. Sono riuscita a correre 500 metri, poi le ciocche sotto ai piedi -segno di una cattiva postura – hanno cominciato a farsi sentire e mi sono dovuta rassegnare a camminare per altri 300 metri, mentre il Vichingo continuava a correre. Uno smacco alla mia giovinezza, insomma.
L’ultima ondata d’orgoglio, comunque, m’ha permesso di correre altri 200 metri a folle velocità, con passo uguale uguale a quello dei bei vecchi tempi e delle belle corse campestri.

Sabato si spera di riuscire a fare per intero i 4 chilometri (sempre che non mi devasti venerdì sera, cosa per altro probabile).

Run you soon

Annunci

2 pensieri su “Run Run Run

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...