Irlanda

Sono tornata! O meglio, siamo tornate.
Qualcuno ha già chiesto un resoconto lunghissimo e dettagliato, ma se davvero lo facessi sarebbe impossibile da leggere. Per altro, non ho tutta sta grande ispirazione. Vediamo cosa ne esce fuori.

Il viaggio d’andata è andato bene per me, meno bene per la val perchè abbiamo beccato un pò di turbolenze e  lei patisce i vuoti d’aria. Peccato, perchè sono così divertenti!
Uscite per ultime dal ritiro bagagli (e quando dico ultime intendo proprio ultime) siamo state raccattate dalla cugina della val e dal suo ragazzo che ci hanno portato in macchina a casa loro.
La cosa che più mi ha fatto senso non è stata tanto il guidare dalla parte opposta, quanto le rotonde prese al contrario. Credevo mi venisse un infarto alla prima che Stephen ha preso, a momenti mi metto a urlare.
La sera, giusto per introdurci nell’ambiente, Elisa ci ha portate a bere fuori in un pub vicino a casa sua. Appena entrare si è girato tutto il locale, non so se è stato più divertente o imbarazzante. (Eh si, son proprio queste le cose belle dell’Irlanda, mica i paesaggi o i castelli XD ). I due giorni successivi, caratterizzati da un vago bel tempo, sono stati dedicati alla visita/conoscenza di Cork .

Cork è davvero una bella città. Non caratteristica come Galway, ma nemmeno troppo simile a una qualunque capitale europea, come Dublino. Facile da girare a piedi, con non troppe cose da visitare, ma con un sacco di negozi e zone pedonali. E poi c’è Butler’s, che fa della cioccolata goduriosissima, tra cui l’ Hot Marshmallow Chocolate e la Baileys Cheesecake. Chiunque dica che in Irlanda si mangia male dovrà vedersela con me, visto che in due settimane e mezza ho messo su quasi tre chili!

Finita la visita di Cork, io e la val ci siamo dedicate alla scoperta dei dintorni, diventando amiche con l’ufficio informazioni dell’ EireBus di Cork, visto che ogni giorno eravamo li dentro a chiedere come poter raggiungere determinati posti.
E così abbiamo visto:
– il Blarney Castle, con la Blarney Stone che baciata ti regala l’eloquenza. Oltre al castello, diroccato, c’è un bellissimo parco che si visita in un paio d’ore. Ovviamente noi abbiamo beccato una delle gironate piàù piovose dell’anno e ce lo siamo visitato tutto sotto l’acqua. Tra i momenti indimenticabili c’è stata la visita alla cave con un gruppo di giovani spagnoli; era tutto buio e noi ci muovevamo alla luce della torcia del mio celulare, come siamo riuscite a non scivolare nel fango è un miracolo! Ho cercato, poi, di aggirare una pozzanghera arrampicandomi su una roccia e rischiando di caderci dentro. Infine, sono diventata parte dell’intrattenimento del parco, salendo e scendendo ad occhi chiusi la scala dei desideri. Se poi il mio si avvererà è un’altra storia…
Kinsale, una graziosa cittadina sul mare che assomiglia parecchio a Cabot Cove (o come si scrive). La giornata, appena arrivate, era bellissima. Talmente bella da indurci a camminare per 6km, fino a un forte sul mare. Peccato che dopo dieci minuti s’è messo a diluviare e così siam dovute tornare indietro. Ma questa è l’Irlanda!
Cobh, che si pronuncia Cove, il più grande porto naturale d’Europa nonchè l’ultimo scalo del Titanic e del Lusitania nonchè il porto da cui, nell’Ottocento, partivano gli emigranti per l’America e l’Australia.
Killarney, dove si trova un bellissimo Parco Nazionale. Abbiamo inziato a visitarlo, ma dopo 6 km s’è messo a diluviare ben peggio di quanto non avesse fatto a Blarney e, così, ce ne siamo tornate a casa. Perchè si la pioggia è bella e tipica dell’Irlanda, ma avevamo ancora dieci giorni di vacanza e ammalarsi non ci sembrava il caso.
Fota (in realtà l’abbiamo visitata il nostro secondo lunedì in Irlanda, ma stava meglio messa qui ) con  il suo parco zoologico dove la maggior parte degli animali è in semilibertà. Ho anche quasi toccato un cangurino che se ne dormiva in un angolo *_*

Il fine settimana, invece, è stato dedicato a tenere compagnia ad Elisa (più o meno) con tanti film in dvd e tanto Friends, visto che lei ha tutti i cofanetti. Devo dire che, incredibilmente, grazie a ciò mi sono molto riappacificata con l’inglese e m’è venuta voglia di vedere tutto in lingua originale, visto che coi sottotitoli non ho quasi problemi di comprensione.
Orgoglio e Pregiudizio visto in lingua originale è otto volte più romantico. E Friends fa ridere il triplo. Ora Teo mi picchierà perchè non gli ho mai dato retta quando me lo diceva lui XD

La seconda settimana la faccio poi, così divido il resoconto il due e sembra più corto.

Annunci

5 pensieri su “Irlanda

  1. Sei tornata!! ^^
    Oddio, ma lo sai che ci pensavo ieri, mentre guardavo un video musicale ambientato in Inghilterra?!
    Mi sono chiesta: “Ma se guidano dalla parte opposta rispetto a noi, prendono anche le rotonde al contrario?!”
    Grazie per avermi illuminata..
    Comunque ci credo che avevi paura..
    A me viene l’ansia a fare una rotonda delle nostre..
    Se ne devo fare una inglese (o irlandese), mi viene direttamente un attacco di panico!! O.O
    Bentornata, comunque!! ^^
    Un bacione.
    ..Alice..

  2. Ciao Illa! Sono Gas da Celle! Grande per il resoconto, l’avevo chiesto alla vale ma mi ha detto solo i posti dove siete stati. invece ieri sera ho visto le vostre foto a casa di Domi! Bei posti! Ti aggiungo al mio Blog che mi sembri una blogger convinta!

    Gabriele

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...