Per Amore

Pesaro: Clark (*) 17, Podesta 4, Brokenborough 2, Zukauskas n.e., Laudoni n.e., Slay (*) 26, Hicks (*) 17, Pasco(*) 9, Gay n.e., Myers (*) 3, Fultz n.e., Bei n.e.. All.: Sacripanti.
 
UPIM: Jenkins (*) 30, Nelson (*) 10, Mancinelli (*) 12, Cittadini, Torres (*) 5, Lamma 2, Cavaliero n.e., Janicenoks 8, Thomas (*) 7, Calabria 6, Bagaric 4, Cortese n.e. All.: Mazzon.
 
Parziali:  18-24, 30-45, 60-65, 78-84
2 pt.: PU 16/35 (46%), BO 19/35 (54%)
3 pt.: PU 9/23 (39%), BO 9/24 (38%)
t.l.: PU 19/23 (83%), BO 19/21 (90%)

Questa era un pò la partita degli ex-Fortitudo Dan Gay, Robert Fultz e, ovviamente fondamentalmente assolutamente lui: Carlton Myers, l’uomo del primo scudetto della Effe.
Questo era un pò un secondo derby, sentitissimo da entrambe le tifoserie e la Fortitudo l’ha vinto, infrangendo anche l’imbattibilità in casa della Scavolini. Doppia (o triplice) emozione, dunque.
I timidi segnali di miglioramento nel gioco e nella squadra, avutisi prima con Biella e poi in Uleb martedì scorso, qui si sono tramutati in una splendida vittoria.
Pesaro a inizio partita va subito avanti di sette, ma la Fortitudo non si scoraggia e piazza un parzialone portandosi avanti, fino ad arrivare anche ad un vantaggio di + 17.
Al buon esito della partita ha sicuramente influito l’infortunio di Myers che, all’undicesimo minuto e a soli tre punti, è stato costretto ad uscire dal campo zoppicando.
La Scavolini, che è sembrata frastornata per tutto il primo tempo, s’è completamente risvegliata nel terzo quarto, ricucendo fino ad arrivare anche a meno cinque; ma la difesa della Effe e, soprattutto, l’esplosività di Jenkins (che qui segna il suo primo trentello del campionato) mantengono la squadra in vantaggio tanto che, a dieci secondi dalla fine, Lamma si mette a ballare con la palla in mano, i tifosi della Scavolini cominciano ad uscire e i giocatori interrompono il gioco che tanto ormai la vittoria era scontata.
Da notare l’antisportivo di Bagaric appena entrato in campo che, però e per fortuna, riesce a restare in partita e a non commettere altre scempiaggini.
Cavaliero non è nemmeno entrato in campo e questo potrebbe essere sintomatico e Cittadini è entrato solamente per qualche minuto.
Gli apporti degli altri giocatori, ad eccezione di Torres, sono stati buoni ed essenziali, magari con non troppissimi punti, ma a livello di gioco ben ponderati (che frase profonda e forse molto confusa).

Nota a margine: ero convinta di aver finalmente fatto luce sul funzionamento dei falli e dei  bonus, ma quando il commentatore ha nuovamente fatto il calcolo dei falli di squadra nel quarto quarto e ne ha contati quattro (quando a me ne risultavano nove) , mi sono nuovamente resa conto di non aver capito. Prima o poi dovrò farmi spiegare un pò di regole, che solamente con le mie intuizioni non posso andare avanti.

Annunci

2 pensieri su “Per Amore

  1. Bella vittoria. Non l’ho vista ma dal tuo resoconto sembra un successo convincente. Se mandano via Torres e ne prendono uno buono tutto può succedere…

    p.s. 4 falli di squadra in ogni quarto per andare in bonus , dal 5° fallo si tirano i tiri liberi.

  2. Però poi in Uleb, a quanto mi hanno detto perchè non ho potuto seguirla, hanno fatto più passi in dietro che passi avanti.

    Aaaah in ogni quarto, io non so perchè ero convinta fossero in ogni tempo e infatti mi sembrava strano.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...