Tra Natale e Capodanno

Tra domani e sabato mattina partitò per quel di Bardonecchia con la cuggi grande per raggiungere le case di Fiu e passarci il Capodanno.
Quest’anno la decisione di cosa fare è stata ardua e sofferta perchè, al contrario degli anni precedenti, mi si sono presentate millequindici possibilità diverse e il gruppo originario con cui si doveva festeggiare (leggesi Aran e la val) ha optato per altre soluzioni, soprattuto di fronte alla grande indecisione del Gruppo Vacanze Piemonte. C’est la vie.
Potrei anche farmi insegnare da Fiù ad andare sullo snowboard, se smettesse di farmi male la caviglia. Si perchè il giorno di Natale, siccome con la famiglia abbiamo pranzato in un ristorante, volendo far la figa mi sono messa i miei amorosi tacchi però poi, la sera, sono andata a casa della FdM e il percorso tra la sua e la mia abitazione era costellato di buchi e buchetti. Arrivata miracolosamente integra davanti al portone sono riuscita a franare nell’ ultima crepa che si trovava prima del marciapiede. Un male che non auguro a nessuno; però non è nè gonfia nè nera, quindi non dev’essere niente di grave e posso sciare lo stesso.
Per il resto,  sto aspettando che l’omino Sky mi porti quello il decoder (credo), ma a sto punto è già tanto se mi accorgerò di avere Sky in casa prima della partenza. Se arriva entro l’ 8 gennaio riesco anche a vedere una partita della Fortitudo e addirittura addirittura il Basket Day.
Sto aspettando anche l’arrivo della batteria di Janvier comprata su Ebay. Sono molto fiduciosa del suo arrivo, l’importante è che lo faccia prima del  9 gennaio, che poi parto per Parigi. Lo stesso vale per la telefonata dell’omino Mac in cui mi avvisa che Sabrina sta bene, è guarita e posso andarmela a riprendere. Sperando sempre che….

Ho quasi trovato una casa a Parigi. O meglio, ho due proposte di colocation che, in tutta sincerità, non sono proprio il mio massimo, ma non avendo altre scelte ed essendo agli sgoccioli della partenza penso che una l’accetterò. Tanto più che la casa si trova praticamente sugli Champs, dietro all’Arco di Trionfo.
In realtà, la mia prima opzione erano le residenze per le giovani lavoratrici, ma qui non si avranno risposte prima della settimana prossima se va bene, quindi a sto punto meglio andare sul sicuro con la tipa.
Se sono sopravvissuta alla canadese sopravvivo anche alla donna scìc. Magari ha anche gli agganci giusti per restarci, a Parigi.

Annunci

2 pensieri su “Tra Natale e Capodanno

  1. Ma perché ti devono spedire il decoder? Non te l’hanno dato nel negozio dove hai fatto l’abbonamento?

    Buon viaggio e buona permanenza in terra francese, sarà una esperienza fantastica!!!!!

  2. Me lo devono spedire (comunque è arrivato nel frattempo) perchè ho fatto l’abbonamento via telefono, con una di quelle offerte simpatiche che me lo davano a 15 euro la mese fino a marzo. Tanto poi io sarò a Parigi e non me lo godrò, ma intanto forse riesco a vedere anche una partita della Effe prima della partenza…

    Grazieeee *_*

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...