Ridatemi Parigi

Giovedì sera, ore 00.30 – Via Sestri

Io: Ragazze vi saluto che mi incammino verso casa

Geme: Come sarebbe a dire?

Io: Sarebbe a dire che prendo i miei piedini e li porto su per il Viale, verso casa mia.

FdM: Scordatelo ti riaccompagniamo in macchina.

Geme: Non vorrai tornare da sola

Io: Ma certo che si, ci metto un quarto d’ora.

FdM: No, ti riportiamo noi.

Io: Ma andate da tutt’altra parte.

Geme: Ma è tardi non puoi andare da sola

Io: Si che posso, lo facevo anche a Parigi, non è che mi portano via…

Geme: Ma qua non siamo a Parigi, siamo a Genova.

Ecco, grazie, non dovevate ricordarmelo…

Sabato notte, ore 02.30 – Via Galliano

Arrivo sotto casa con la macchina e cerco parcheggio. Non lo trovo, mi sposto nelle vie più o meno vicine. Non lo trovo. Cerco ancora parcheggio, continuo a non trovarlo.

Dopo un’ora mollo la macchina sopra le strisce, accanto all’edicola. Mi sveglierò presto domenica mattina e la sposterò.

Non è possibile, però, rivoglio Parigi, la metro, gli autobus a qualsiasi ora che fermano sotto casa.

Annunci

6 pensieri su “Ridatemi Parigi

  1. “Non è possibile, però, rivoglio Parigi, la metro, gli autobus a qualsiasi ora che fermano sotto casa.”

    Magari! Le auto ovunque ormai hanno rotto i maroni. L’Italia praticamente è un immenso garage a forma di stivale!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...