Ma se ghe penso

Ed eccomi nella mia nuova casina, in territorio francese.
Nella valigia, da brava emigrante genovese-italiana, tra scarpe e vestiti ho incastrato due barattoli di pesto, lasagne al pesto e baci di dama preparati dalla nonna, caffé, caffettiera e una scatola di pizza Catarì.
Hanno trovato posto anche un paio di libri in italiano, la foto delle Charlie’s Angels con Val, Daria e Cha, qualche peluches, manga e dvd. Ovviamente viaggiando in treno non ho potuto portare tutto quello che avrei voluto per sentirmi a casa, ma direi che non c’è nulla che non possa essere trasportato in due o tre viaggi.
Intanto studio cosa manca, cosa devo assolutamente portare e come sistemare tutto nel Chateau à l’Illa dormante, visto che spazio ce n’è, ma di roba io ne ho proprio tanta e potrei anche occuparlo tutto!
Oggi, comunque, per cominciare questa mia nuova vita a Pavillons ho comprato un pò di cose, per casa e per me: ovviamente qualche manga (Five, Shugo Chara! e Special A), due tovagliette all’americana per evitare di mangiare sul tavolo (una con un coniglio e una con una mucca) e qualche genere alimentare del genere mozzarella, ricotta e yogurt (per una intollerante al latte non è male come lista della spesa). Il tutto va ad aggiungersi alla bilancia pesa persone e alle due tazzine da caffè prese ieri.
La prossima cosa che dobbiamo procurarci sono assolutamente delle tende, anche da pochissimo, perchè l’idea che da fuori potrebbero vedermi mi mette un pò ansia e non posso continuare a cambiarmi nascosta dentro a un armadio, anche se è decisamente originale.
Dopo questi primi tre giorni posso decisamente affermare che non c’e niente di meglio che girare per negozi alla ricerca di cose nostre, per la nostra casa.

Annunci

3 pensieri su “Ma se ghe penso

  1. mi sono perso qualcosa… come mai sei di nuovo a Paris? Sei anche tu un cervello in fuga? Quindi sei ufficialmente un’italo-francese? Facci fare bella figura mi raccomado…

  2. Facendo un brevissimo riassunto: mentre ero di passaggio a Dublino ho trovato l’ammore e ne ho approfittato per seguirlo a Parigi. Da un paio di giorni sono ufficialmente un cervello in fuga o un tentativo di riportare un pò di decenza nell’immagine che ora l’Europa ha dell’Italia 😛

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...