La fete de la musique

Come ogni anno, il 21 giugno si tiene la festa della musica: le strade si riempiono di musicisti e di gente che canta e balla (e io ne parlo come se fossi una grande esperta della manifestazione mentre l’ho scoperta solo adesso).
Con KoaKoa abbiamo studiato per giorni il programma della festa, cercando di fare un piano su dove andare e a che ora. Evidentemente ho cercato di essere democratica, ma poi l’ho obbligato ad andare a sentire musica italiana davanti al Centre Culturel Italien (terribile nemico dell’IIC Parigino per cui ho lavorato) e a subire un coro femminile di canzoni leggermente datate (leggesi canti degli Alpini, per esempio) e un gruppo di musica jazz di Brescia, i Cinemavolta, che ci sono piaciuti tanto.
La nota più positiva della serata è stata la scoperta di un ristorante francese con menù a 10€ dove abbiamo mangiato cose buone come crepes e torta di mele e zuppa di cipolle.
Dopodichè abbiamo preso la navettabus da Porte Maillot e siamo andati a Bagatelle a sentire il concerto organizzato da France2 (e durante il viaggio ho scoperto che il Bois de Boulogne era terribilmente vicino a dove abitavo prima ed è stato un momento molto triste perchè avevo sempre voluto tanto andarci e pensavo fosse lontano…).
Il concerto era molto carino, molto televisivo e molto vuotino: lo spazio era immenso, ma gli spettatori davvero pochi. Forse perchè i cantanti non stavano sul palco che per una canzone e poi lo spazio era lasciato ai presentatori? Insomma, un pò deludente, ma mi sono divertita comunque.
Siccome l’indomani KoaKoa aveva un simpatico esame (oooooh!) ci siamo incamminati abbastanza presto verso le navettebus, ma causa incapacità degli organizzatori siamo rimasti ore ed ore in piedi al freddo e al gelo ad attendere; non senza aver rischiato anche la lite con dei simpatici giovani che hanno tentato di saltare la coda e non senza aver quasi picchiato due simpatiche ragazzine che tentavano anch’esse di saltare la coda.
Per fortuna il viaggio fino ad Aulnay è continuato senza inconvenienti, perchè una volta arrivati là ci siamo ritrovati senza tram-corrispondenza e a dover attendere fino alle 2.30. Morale della favola: ritorno a casa quasi alle 4.00 e poca nanna per KoaKoa.
Però la Festa della Musica mi è piaciuta proprio tanto, magari l’anno prossimo arriviamo un pò prima, invece di perderci in casa come al solito!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...