Le Silence de La Neige

Cadono CINQUE centimetri di neve e sembra che l’Ile De France sia stata colpita dall’ undicesima piaga d’Egitto* e invece delle spargisale si deve far ricorso ai mezzi blindati della Gendarmerie per liberare le strade.

Eppure Parigi ha un certo fascino sotto una lieve coltre di neve. Soprattutto d’inverno. Che poi la neve quando cadrà mai se non d’inverno? L’anno prossimo giuro che la prima persona che mi dice che ECCEZIONALMENTE nevicherà me lo porto a casa e gli mostro per ore le foto della nevicata eccezionale del 2008, di quella del 2009 e di quella del 2010. Purtroppo prima del 2008 ero altrove e quindi non ho testimonianze. Pero’ ho foto e filmati dell’incredibilmente eccezionale nevicata del 2006 a Lione, vanno bene lo stesso?

Attestato, quindi, che a Parigi non nevica MAI le macchine spargisale sono state tutte vendute (ad eccezione di una!) e per sgombrare le strade da quest’anno vengono utilizzati i mezzi blindati della Gendarmerie (ma non sempre perché con la neve non tengono tanto bene la strada e potrebbero essere pericolosi…).

Essendo un fenomeno RARISSIMO, i parigini invece che goderselo si fanno prendere dal panico e non escono più di casa. Poverini, un po’ hanno anche  ragione i bus non funzionano e la guida sulla neve è pericolosa, tanto più che quelli che hanno preso la macchina sono rimasti bloccati in code chilometriche per giorni.  Sembra che alcune persone bloccate in macchina la settimana scorsa a causa della nevicata eccezionale, fossero quasi arrivate a destinazione, ma una nuova ed eccezionale nevicata li abbia nuovamente bloccati.
Ce la faranno i nostri eroi a rientrare prima della prossima? (attenzione, MeteoFrance prevede che in settimana arrivi una nuova turbolenza)

In questo scenario apocalittico, ieri mattina mi sono avventurata fuori casa per comprare il pane e camminare tra le villette innevate, circondata da quel silenzio tipico delle giornate di neve, aveva qualcosa di magico. Tanto più che TUTTE le persone che ho incontrato ( quattro gatti, non di più) mi hanno SORRISO, salutato e si sono anche azzardate a fare qualche battuta.
Allora non venitemi a dire che la neve rendere tutti più buoni. Ah no, quello è il Natale, ma ci siamo vicini allora conta uguale, no?

La gatta ci tiene a far sapere che, da brava Siberiana quale è, adora scorrazzare nella neve e rotolarcisi dentro e se fosse per lei dovrebbe nevicare tutti i giorni!

(* WikiPedia mi informa che tra le varie piaghe c’era l’invasione di pidocchi di cui non avevo mai sentito parlare. O forse dormivo durante la lezione di catechismo dedicatale)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...