Libri 2011

E per finire gli elenconi 2011 ecco a voi l’immancabile, ovvero quello sui libri! In ordine assolutamente casuale e, probabilmente, incompleto perchè quest’anno ho dimenticato di aggiungerli nella librerie Anobii e, perciò, potrebbe essersene perso qualcuno.

Delfini, di Banana Yoshimoto
High&Dry – Primo amore, di Banana Yoshimoto
Banana Yoshimoto è una delle mie autrici preferite fin dai tempi delle elementari quando, nel libro di lettura, trovai un brano tratto da Tsugumi. Erano ancora tempi non sospetti, quando non conoscevo bene nè il Giappone nè tantomeno i manga, ma lemme lemme ho iniziato a collezionare tutti i titoli dell’autrice e, ad oggi, me ne mancano solamente tre su ventuno. Mi pare una buona media, no?

Bacci Pagano, una storia da carruggi, di Bruno Morchio
Maccaia, una settimana con Bacci Pagano, di Bruno Morchio
Le avventure di Bacci Pagano sono state l’ultima, campanilistica, scoperta in campo letterario e devo  die che ne è valsa la pena. Sarà che vivo lontano, sarà la nostalgia di casa e degli ambienti familiari, ma nonostante il giallo non sia il mio genere, devo dire che si leggono bene e scorrono via veloci, intriganti.

Quand on est mort c’est pour toute la vie, di Azouz Begag
Una strizzatina d’occhio a uno degli autori della mia tesi, nonché autore lionese d’eccellenza.

On m’a demandé de vous calmer, de Stéphane Guillon
Un rapido passaggio nel genere umoristico-politico/società, che non fa parte delle mie letture abituali, ma ce l’avevo in casa e non avevo più niente da leggere  e sono problemi. Scoperta davvero piacevole e interessante, tanto che alla fine ho “costretto” l’uomo ad andare a vedere  lo spettacolo che, guarda caso, era proprio a Lyon.

Le chevalier errant, di George R.R.Martin
I guerrieri del ghiaccio, di George R.R. Martin

Dopo secoli d’attesa, finalmente il nuovo capitolo (o meglio un terzo grazie alla Mondadori) delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco. L’attesa è stata talmente lunga che non sono sicura abbia giovato alla lettura o alla saga, ma attendo i due prossimi volumi per decidermi. O l’uscita dell’edizione economica inglese (sì, faccio le due edizioni, italiana e inglese, e allora? )

Le vol des harpies, di Megan Lindholm alias Robin Hobb
Les cités des Anciens – Tome 1, di Robin Hobb
Chi non ha amato  Il ciclo dell’assassino ? Ecco, essendo un’appassionata lettrice della Hobb ho voluto provare una delle sue prime opere e l’ultima, ma delle due direi che solamente la prima mi ha convinta, mentre sul nuovo ciclo ho ampi dubbi.

Crime et couches-coulottes, di Jennifer Weiner
Alors, heureuse?, di Jennifer Weiner
Envie des fraises, di Jennifer Weiner
Des amies de toujours, di Jennifer Weiner

Quest’anno, complici i lunghi e frequenti tragitti casa-lavoro e ritorno, mi sono dedicata alle letture light e scorrevoli, possibilmente il meno impegnative possibili, che mi permettevano di staccare il cervello e non pensare a niente. Ed ecco che i libri di Jennifer Weiner hanno fatto al caso mio. Li ho anche trovati abbastanza divertenti.

Notting Hell, di Rachel Johnson
Vale un pò lo stesso discorso che per i libri qui sopra.

La jeune fille à la perle, di Tracy Chevalier
Ero probabilmente una delle poche persone rimaste a non aver letto il libro, ma devo ammettere che, come tutte le cose ampiamente pubblicizzate, non mi aveva mai attirato un granché, ma complice una vendita della Croix Rouge, mi sono decisa a comprarlo e l’ho trovato bellissimo.  E delicatissimo. Quasi quasi è un peccato che non l’abbia scoperto prima.

Les artefacts du pouvoir, di Maggie Furey
Saga fantasy in quattro volumi senza se e senza ma. I primi due volumi non erano male, il terzo discreto, ma il quarto era decisamente di troppo. Sono una grande fan delle saghe perchè permettono di prolungare la lettura, ma a volte gli autori dovrebbero saper accorciare le loro storie.

La bete humaine, di Emile Zola
Therese Raquin, di Emile Zola

Un pò di sana letteratura classica, di quella che piace a me. Amo moltissimo Zola, ma devo ammettere che leggerlo in francese mi crea non poche difficoltà e mi dilata il tempo di lettura, ma ne vale ampiamente la pena.

Le cercle littéraire des amateurs d’épluchures de patates, di Mary Ann Shaffer
Sapete quando un libro fa di tutto per attirarvi, voi tentate di girargli alla larga e resistergli, ma proprio non ce la fate? Ecco a me è capitato con questo libro, dal titolo intrigante, a cui ho detto no per quasi sei mesi per poi capitolare in una calda giornata di luglio. Se dovessi scegliere un libro che ha marcato il 2011, un libro avvincente, romantica, appassionante e bellissimo, sceglierei senza dubbio questo. E infatti a Natale l’ho regalato a chiunque, tanto più che in Francia è diventato un caso letterario e in Italia praticamente non se l’è considerato nessuno. Leggetelo che merita.

La sovrana lettrice, di Alan Bennet
Il 2011 è stato anche l’anno della Ronda Letteraria di Expatclick e questo divertente libro sulla regina d’Inghilterra appassionata lettrice ne fa parte.

Lexi Smart a la memoire qui flanche, di Sophie Kinsella
Samantha bonne à rien faire, di Sophie Kinsella

Les petits secrets d’Emma, di Sophie Kinsella
L’accro du shopping à Manhattan, di Sophie Kinsella
L’accro du shopping a une soeur, di Sophie Kinsella
L’accro du shopping attends un bébé, di Sophie Kinsella
Drole de mariage, di Sophie Kinsella

Se mi sono data alle letture rosa e un pò frivole, è tutta colpa di Sophie Kinsella.  E dire che la prima volta che avevo letto di Becky e della sua passione per lo shopping non mi era piaciuta nemmeno un pò, anzi la trovavo fastidiosa. Si vede che non era il momento per leggerlo, perchè quest’anno in quattro e quattr’otto mi sono finita le avventure di Becky e ci ho aggiunto le altre storie dell’autrice.

The people’s republic vol 2, di Rob Sheely
Uno dei libri della Ronda che ho meno apprezzato, forse perchè la lettura in inglese non mi è ancora così agevole.

Isole, incontri, pub, soprattutto pub, di Ian Marchant
Un folle tour dei pub inglesi, dal più a sud al più a nord, dal più antico al più recente. Bref, un libro che ti fa venire voglia di seguire l’esempio dell’autore e avventurarsi alla scoperta dei pub. Scoperto anche lui grazie alla Ronda.

Je vous emmène au bout de la ligne, di Rodolphe Macia
O come ti faccio conoscere il metro parisien senza annoiarti.

Casper il gatto pendolare, di Susan Finden
Tutti i gattofili conoscono la storia di Casper, il gatto che amava prendere l’autobus, ma per chi non ne avesse ancora sentito parlare, la sua padrona l’ha raccontata in un libro.

Heat Wave, di Richard Castle
Per i fans delle serie tv, il libro tratto dal libro scritto da Castle nell’omonima serie tv.

The Secret River, di Kate Greenville
Direttamente dall’Australia, la storia della nascita di questo paese dalle mani dei criminali inglesi e dei loro conflitti con gli autoctoni.

Sharon e mia suocera, di Suad Amiry 
Israele era uno dei paesi compresi nella Ronda ed ecco qua il libro scelto per raccontarcelo.

Les hommes vient de Mars, les femmes viennent de Vénus, di John Gray
Carino, soprattutto la storia della grotta, ma un pò prolisso. A metà libro si capisce dove l’autore vuole andare a parare e tutto il resto è noia.

Ai figli dei miei figli, di Sindiwe Magona
From Sud Africa e sempre per la Ronda. Quest’anno ho davvero viaggiato in tutto il mondo, con libri uno più bello dell’altro.

La caduta dei giganti, di Ken Follett
Ah i libri storici sono la mia passione (sì come il fantasy e i classici, e allora?) e Ken Follett sa fare il suo sporco mestiere, non c’è che dire. Regalo di Natale della cugy ampiamente apprezzato.

L’enfant, di Jules Vallès
Questo l’ho preso in prestito a mia suocera e forse sarà anche il caso di restituirglielo. Libro autobiografico (sì, mi piacciono anche le autobiografie…)

Le rouge et le noire, di Stendhal
Mi ero ripromessa di leggerlo fin dai tempi del liceo e quest’anno, infine, ce l’ho fatta. Ora posso anche restituirlo a mia suocera. Interessante, ma meno bello di quanto mi aspettassi, cosa non fanno le aspettative lunghe dieci anni…

Madame Bovary, di Gustave Flaubert
Stesso discorso per il libro sopra, solo che questo mi è piaciuto molto di più.
 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...