Glace à l’italienne

Sotto casa c’è questa gelateria elegantissima e dagli orari improbabili, ovvero apre solamente quando gli va, possibilmente quando il termometro segna più di 20 gradi.
La cosa mi incuriosiva assai, come fa a sopravvivere un negozio che apre solamente tre giorni l’anno? Con i prezzi, stolta che non sono altro.
Oggi c’erano più di 20 gradi, avevo camminato tutto il pomeriggio (coi tacchi) alla ricerca di un lavoro, tra trains pour l’emploi e agenzie interinali, e dai non te lo fai un gelatino per tirarti su di morale?
Premetto che l’ultimo gelato sfuso (italiano e non) l’ho mangiato nella lontana estate 2008 quindi non so quali siano i prezzi italiani correnti, ma 3,70 euro per due misere pallette mi sono sembrati un pò tanti. Il gelato, però, non era male. Certo la cialda non era bella piena pienosa come fanno nella mia gelateria preferita in Via Sestri (esisterà sempre?), era talmente poco piena che ti danno il cucchiaino per raggiungere il gelato. Però ti aggiungono un biscotto decorativo e la stracciatella non aveva niente da invidiare a una stracciatella italiana. Lo speculos non so, non l’ho mai mangiato a casa. Ora volendo mi restano altri 33 gusti da provare, ma non sono sicura che ne valga la pena, tutto dipenderà da quanti giorni over 20 gradi ci saranno questa estate…

Annunci

2 pensieri su “Glace à l’italienne

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...