Altro che Codice DaVinci

Questo fine settimana abbiamo approfittato della SmartBox vinta l’anno scorso e ce ne siamo andati in un castello sperduto d’Alvernia, dove abbiamo prenotato la camera medievale.  Oh, se uno vuole fare la principessa una volta nella vita che almeno lo faccia bene.
Sul castello niente da dire, ambientazione medievale ben riuscita, tra la camera, i pilastri misteriosi, la sala da pranzo un pò cupa e il salone gotico. Soprattutto la camera magnifica, certo dormire con due o tre armature che montano la guardia può essere un pò creepy, ma mi sentivo come a Westeros. Appunto. Avrei dovuto ricordarmi che per vivere in un castello non si pùo essere normali. Il castellano, infatti, era completamente PAZZO. Non pazzo furioso, nè mediamente pazzo, ma piuttosto misticamente pazzo.
Durante la cena ci ha raccontato tutta la sua vita e, di primo acchito, sembrava anche una persona normale e socievole. Poi ha cominciato a dire che all’inizio non sapeva nemmeno lui come mai si fosse ritrovato lì, lui che era un cittadino uomo d’affari, ma la storia di suo padre (di origine genovese – oh ma pensa te la coincidenza) lo ha fatto arrivare lì e, infatti, c’era una ragione. E’ lì nel castello in mezzo al nulla che ha trovato la LUCE e, nel giro di due anni, ha scritto notte e giorno cinque libri in cui traduce  la Bibbia (sì, sì, la Bibbia), senza interpretarla, ma solo nella sua verità (parole sue),  con calcoli precisi e rapportandola alla storia di suo padre. Alla fine di tutto questo lavoro se ne deduce che Dio scenderà in terra nel 2012. In quel castello. Probabilmente tra i quattro Pilastri Misteriosi in giardino. Tra i vari “segni” a dimostrare la sua tesi, l’apparizione di un massone al castello che, di punto in bianco, gli disse” Lei ancora non lo sa, ma è da qui che tutto ha inizio ed è qui che tutto finirà“.
Per tornare un attimo alla storia del padre, intrinsecamente legata alla discesa di Dio in terra, pare che suddetto padre fosse figlio (illegittimo? abbandonato? ammetto di non aver capito bene) di una principessa di un ricco Principato tra la Francia e l’Italia, da qui l’origine genovese (?!?) e la possibilità di divenire erede del Principe  in carica e senza figli, in quanto cugino.

Annunci

Un pensiero su “Altro che Codice DaVinci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...