28 anni non si festeggiano mica tutti i giorni

Si avvicina il mio ventottesimo compleanno (che in Francia quest’anno è un giorno di festa, hanno finalmente capito l’importanza della mia presenza sul suolo nazionale) e il mio papà ha ben pensato di farsi operare un pò in urgenza, tanto da farmi fare un Lione – Genova – Lione in tre giorni, così per divertimento. Tutto è bene quel che finisce bene ed ora è a casa a guardarsi serie tv su serie tv senza che nessuno possa rimproverarlo. Fossi stata in lui avrei aspettato agosto per potermene stare a casa a guardare le Olimpiadi, ma non è detto che non se ne stia sotto mutua fino a settembre. Chissà…

L’uomo mi ha regalato un viaggio di tre giorni tre a Bruxelles perchè era tanto che non andavamo un pò in giro all’estero e, soprattutto, perchè a Bruxelles non ci sono mai stata e una fan della UE come me non può non andarci. E poi mi dicono che sia una bella città. Ora esco e vado a comprarmi la guida per organizzare il viaggio.

Infine, il regalo da parte di me stessa sono delle simpatiche punturine di ormoni FSH per stimolare la riproduzione, fatte dall’uomo-infermiere, e simpatiche visite settimanali (corredate da esami del sangue) dalla ginecologa. Sì, in effetti parlo di cose molto intime e personali qui nel mio pubblico blog, ma in fondo da qualche parte devo pur parlarne per “sfogarmi” e nonostante ci siano tanti bei forum, qui è come casa mia e mi ci sento più a mio agio. Potessi parlarne con le amiche, ma 1, sono tutte lontane e per telefono non è la stessa cosa e 2.non tutte, ma qualcuna quando gli racconti che hai qualche problemino in quel campo ti guarda piena di PIETA’ come se gli avessi appena annunciato che stai per morire e allora mi passa la voglia di parlarne. Quindi care lettrici e cari lettori, sopportate le mie avventure mediche e scoprite, come me, che rimanere incinta può rivelarsi più difficile del previsto e che quando pensavo che era meglio adottare piuttosto che lanciarsi in mille miliardi di cure ero ingenua ed idiota. Soprattutto ingenua. Senza voler togliere niente all’adozione, eh, di cui sono una sostenitrice, ma tant’è … 🙂

Annunci

5 pensieri su “28 anni non si festeggiano mica tutti i giorni

  1. ahahah XD bellissimo post!!! quante cose vere che dici!! 😀 28 anni è una bella età per avere un birboncello in casa 😀 te lo auguro!!! come on!!!
    niente pietà da me, con tutti i problemi di salute che ho passato nell’ultimo decennio sono davvero l’ultima persona che può guardarti in quel modo! quindi GANBATTE (forza coraggio in giapponese)

  2. Auguri ! Davvero non ti fai mancare nulla, eh? Io di cure ormonali ne so ben poco (punturine fatte però durante la prima gravidanza, se non sbaglio non hanno effetti collaterali…) ma la cosa più importante è rilassarsi (ok, facile a dirsi…). Il resto verrà da sè…sai mai che l’aria di Parigi fosse troppo viziata e invece quella di Lione sia più propensa alla cicogna…

  3. e poi a 28 anni sei giovanissima ^^ fai bene a provarci da subito, ma hai ancora tantissimo tempo a disposizione. La mia mamy mi ha avuta a 35 anni! 🙂
    brava non farti mancare nulla!!! via di cioccolata!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...