Divertimento estivo

Ci sono mesi in cui non succede niente, in cui la tua vita può riassumersi in “boulot, metrò, dodo” come dicono qui in Francia, e ce ne sono altri in cui succede di tutto.
Ecco, questo luglio 2012  si inserisce perfettamente nella seconda categoria. Nell’ordine abbiamo: due concerti, un week end festivo in Ardèche, fuochi d’artificio e animazioni per il 14 luglio, incontro con il chirurgo e settimana in quel di Zena con uomo, gatta e suoceri.

Alanis Morissette.
Nonostante non sia più una grandissima fan e apprezzi soprattutto le sue vecchie canzoni, non appena saputo che sarebbe passata alla Halle Tony Garnier non ho potuto esimermi dal comprare il biglietto e trascinare l’uomo con me. Essendo anni che non dava concerti pensavo l’evento sarebbe stato sold out e, invece, la sala era a metà vuota, ma il pubblico trentenne presente era riempito di appassionati ed è stato davvero bello esserci. Tanto più che ha, ovviamente, presentato il nuovo album (in uscita ad agosto) e ho letteralmente adorato il nuovo singolo, Guardian. Alla fine del concerto è tornata tre volte sul palco per finire con Thank You che nonostante sia datatissima adoro come la prima volta che l’ho ascoltata. Che dire? Erano secoli che non mi capitava di assistere a un concerto “calmo” e all’inizio mi è sembrato un pò strano, ma è bello variare un pò.

Due concerti in due giorni era tanto che non mi capitava, direi dai tempi del liceo e del GoaBoa, ma a Lione questo e altro, soprattutto quando non si hanno ferie e si è costretti ad andare al lavoro le mattine seguenti. Ma cosa non si fa per una vecchia fiamma musicale, prima, e una nuova fiamma, il giorno dopo? Ed ecco che piena di ardente spirito giovanile ho trascinato l’uomo al festival Les Nuits de Fourvière dove suonavano i KASABIAN.

In realtà avevo preso i biglietti per andarci col vecchio padre Vichingo, ma essendo sotto mutua post operazione gli sarebbe stato difficile venire un attimino qui oltreconfine. Quindi l’uomo è stato gioiosamente  trascinato al suo posto. Non senza prima avergli fatto ascoltare tutti i cd a tradimento.
Che dire del concerto? Meraviglioso.
Già il fatto di aver suonato nel Teatro Romano aveva un suo perchè, in più il pubblico lionese è sì un pò lento nel riscaldarsi, ma una volta che è lanciato non lo ferma più nessuno ed è stato bellissimo sentire l’emozione di quasi 5.000 persone.
Indimenticabile il fuori programma: una “pillowfight” gigante tra il pubblico e i Kasabian. Per chi non ci credesse c’è qualche video su YouTube.

Siccome si è giovani una volta sola, il giorno dopo il secondo concerto siamo partiti per l’Ardèche dove ci aspettavano gli amici dell’uomo per festeggiare i 30 anni del suo migliore amico. Tre giorni di devasto. Devastanti. Anche se i suddetti amici hanno sovrastimato le capacità alcoliche e non siamo riusciti a finire tutto quello che avevano portato. Bisogna anche dire che la piscina, il caldo e le insolazioni non ci hanno propriamente aiutato.
Comunque ci siamo divertiti tantissimo e ho scoperto di essere un pò meno timida di quel che pensavo in compagnia di tanta gente (semi)sconosciuta. Sarà che erano quasi tutti uomini e delle due ragazze una la conoscevo già e l’altra, beh, quando c’è una sola ragazza che non conosco mi è più facile essere socievole.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...