Inserimento, parte prima

Stamattina abbiamo portato Blop al nido per la prima tappa dell’inserimento: una mezz’oretta insieme agli altri bambini, mamma e papà (già che per una volta l’uomo non era al lavoro, è potuto venire anche lui). Abbiamo messo Blop nell’angolo dei piccolissimi, un grosso tappetone morbido pieno di giochi, e siamo stati li accanto ad osservarlo giocare. Ovviamente ci ha ignorato tutto il tempo, troppo preso a provare i nuovi giochi e guardare gli altri bambini. Facessimo la stessa cosa a casa e si metterebbe a piangere nel giro di un secondo e mezzo.
Domani mattina ritorniamo e passiamo alla seconda tappa: una mezz’ora con gli altri bambini, ma senza mamma e papà. Sono sicura che sarà molto più difficile per me che per lui, già oggi guardavo un’altra bimba italiana, in pieno inserimento, piangere e veniva da piangere anche a me pensando che avrebbe potuto essere Blop al suo posto. Si, lo so, ci sono problemi ben più gravi, ma insomma…
La signora che si occupa dei piccini ci ha anche detto che se la mamma non si sentiva pronta domani sarei potuta rimanere ancora, ma ho rifiutato, oramai ho preso la decisione e bisogna che sia il più indolore possibile. Se poi mi dicessero che è Blop a non essere pronto, allora vedremo di fare diversamente, ma decideremo solo se si presenterà i caso e non perché sono troppo Blop-dipendente ! In più una volta terminato l’inserimento, andrà solamente due mezze giornate alla settimana, il resto del tempo resterà comunque con me. Ci prepariamo gradualmente a settembre…nella speranza di trovare un posto a tempo pieno in un nido pubblico.

Annunci

4 pensieri su “Inserimento, parte prima

  1. So già che quando sarà il momento non saprò essere così intelligente. Più o meno inconsciamente desidererò che lui strepiti per non staccarsi da me. Ma poi immagino che capirò anch’io qual è l’unica cosa giusta da fare. In bocca al lupo per domani!

  2. Ammetto di essere totalmente Mel-dipendente dopo nove mesi e mezzo vissuti in simbiosi. Hai tutta la mia stima, facci sapere come é andata oggi! Noi per ora non abbiamo in programma il nido, sia per il costo esorbitante sia perché ero già senza lavoro prima della gravidanza. Ma mai dire mai, chissà che trovi lavoro!

    • Io ho sempre la segreta speranza di trovare un lavoro per settembre, ma in ogni caso visto il caratterino del pupo almeno un giorno alla settimana volevo mettercelo comunque così lui socializza e impara che c’è un modo all’infuori di mamma e papà. Tieni conto che non conosciamo tantissima gente qui a Lione e, quindi, siamo sempre sempre sempre io e lui. Fossi stata a Genova, con famiglia e amiche, magari non l’avrei mandato al nido. Non so.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...