Incubi

La notte scorsa, impossibile di dormire.
Non appena ho chiuso gli occhi sono scivolata in un incubo, un incubo terribilmente reale. Un incubo da mamma cresciuta a pane e “Chi l’ha visto?”, per poi passare a pane e qualsiasi serie tv crime.
Perdevo Blop in un centro commerciale e impossibile ritrovarlo. Mi allontanavo cinque minuti per andare in bagno, lasciandolo alla sorveglianza dei suoceri e, al mio ritorno, non c’era più. Blop si era diretto verso la porta, con la sua andatura insicura, senza che nessuno se ne accorgesse e senza che nessuno lo fermasse e, una volta attraversata la porta in vetro, era scomparso.
Perso ? Rapito?
Per fortuna sono riuscita a svegliarmi abbastanza in fretta, per ritrovarlo addormentato nel lettino accanto a me, ma la sensazione di angoscia, terrore e disperazione, non riesco ancora a levarmele di testa.

Annunci

4 pensieri su “Incubi

  1. Da quando sono mamma, i miei incubi sono tutti simili al tuo, passando per malattie strane fino a ritrovarmi in posti da cui non riesco ad andarmene per tornare a casa da Mel. Rimango stonata quasi tutto il giorno, una cosa bruttissima davvero.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...