Facile come andare in bicicletta

Pare che andare in bicicletta non si scordi mai e … in effetti, è vero.
Ultimamente, complici i ritardi degli autobus lionesi, il bel tempo e il comodo (ed economico) sistema di bici in affitto, ho preso l’abitudine di uscire dal lavoro e andare a prendere Blop al nido in bici.
Tempo in autobus : tra i 20 e i 40 minuti.
Tempo in bicicletta: meno di 15 minuti.
Una volta arrivata al nido, poso la bici, prendo il passeggino e via a piedi per la salita infinita che ci separa da casa. L’aspetto più positivo di questa nuova organizzazione è che, oltre ad essere rapida ed ecologica, mi permette di fare un po’ di sano movimento.
Ci ho messo molto tempo a decidermi perché pensavo di non essere più capace ad andare in bicicletta. In effetti, nonostante da giovane andassi spesso in giro in bici coi miei genitori, ho smesso intorno ai 16 anni quando, durante una vacanza in Francia, ci hanno rubato le bici. L’ultima volta di cui ho vaghi ricordi di aver utilizzato una bici è nell’estate 2003, in Croazia, col mio ragazzo di allora.
Dopo 12 anni non è stato facile rimettersi su una sella, soprattutto di biciclette adatte a tutti, quindi un po’ troppo alte per me. Il primo giorno mi sentivo una deficente e pedalavo a uno all’ora, ci ho messo tipo 40 minuti per fare il percorso, fermandosi ad ogni attraversamento pedonale e facendolo a piedi. Adesso comincia ad andare meglio, sono molto più sciolta, ma di certo non mi avventurerei ancora fuori da una pista ciclabile o in un percorso che non sia pianeggiante, ma da qui al ritorno delle piogge, chissà.

Annunci

3 pensieri su “Facile come andare in bicicletta

  1. Bravissima! Io sono sempre andata in bicicletta, mi sono fermata tra la gravidanza e il primo anno di vita di Mel. La scorsa estate ho preso il seggiolino per lei ma, pensando di fare cosa buona, ho rinunciato alla mia vecchia bicicletta a cui avrei dovuto cambiare i copertoni, per prenderne una nuova e più sicura. Ho dato fondo ai punti esselunga di mia suocera e abbiamo pure aggiunto soldi. E io non mi ci trovo per nulla! Il seggiolino davanti mi sbilanciava troppo e sono caduta. Per fortuna eravamo ferme e lei non si è fatta assolutamente nulla. Quest’anno ho preso il seggiolino posteriore ma ancora non mi sento sicura ad usarla con lei. Quindi ho speso soldi per la bici e per due seggiolini e alla fine guardo con rimpianto la mia vecchia bicicletta in cui mi sentivo ultra sicura. Quindi capisco benissimo il tuo disagio in una bicicletta a cui non eri abituata!

    • aaah! il seggiolino per i bambini! è il motivo per cui non vado in bici dal 2010 😦
      ho troppa paura di perdere l’equilibrio, visto che già quando andavo con un sacchetto della spesa mi sentivo traballante.
      sai cosa ci vuole? il carretto, il rimorchio. in germania e in austria lo usano tantissimo. ha anche una bandierina alta sopra perché le macchine lo vedano. il bambino sta dentro, con le cinture, al riparo dalle tue cadute e anche dall’eventuale pioggia.
      io non lo faccio comunque perché sono troppo codarda, ma conosco molta gente che lo usa.

  2. vedrai che presto andrai sicura e veloce! anche io avevo ripreso la bici quando vivevamo a vienna, all’inizio ero impeditissima. poi anche grazie all’educazione stradale della gente (non sempre, eh, le teste di cazzo ci sono ovunque) ho acquistato fiducia e me la godevo proprio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...