Serie TV 2015-2016

Settembre è alle porte ed è l’ora di parlare un po’ delle serie TV che seguiro’ (o tentero’ di seguire) quest’anno.

Partiamo dai rinnovi:

  1. NCIS, stagione 13 – sicuramente la più longeva di quelle che seguiro’ quest’anno. L’Agente Gibbs e il suo team non deludono, né stancano, mai. Soprattutto la mia adorata Abby Sciuto.
  2. Once Upon A Time, stagione 5 – l’anno scorso ho adorato l’arco su Frozen, quest’anno pare appariranno [SPOILER ALERT] Merida di Brave, re Artù, Ginevra e Lancillotto. Non vedo l’ora.
  3. iZombie, stagione 2 – orfani di Veronica Mars, accorrete numerosi. Liv è di una pucciosità zombesca mostruosa e, nonostante l’anno scorso abbia rischiato di farmi scappare questa serie adorabile, ora non posso più farne a meno.
  4. Scorpion, stagione 2 – tanta azione e un po’ di sano trash, per questa serie piena di supergeni che salvano il mondo nelle maniere più improbabili. Il mio personaggio preferito? Ovviamente Toby! E altrettanto ovviamente lo shippo tantissimo con Happy.
  5. Agents Of Shield, stagione 3 – Joss Whedon (e le sue serie tv) lo si ama o lo si odia. Io, ovviamente, lo amo perché produce sempre dei capolavori che, puntualmente, vengono disprezzati dal pubblico americano. Buffy escluso. La seconda stagione è stata una vera bomba, con l’introduzione dei miei  nuovi personaggi preferiti (Bobby e Hunter) ed è passata alla velocità superiore rispetto alla prima stagione. Non posso che aspettare trepidante la terza stagione.
  6. Agent Carter, stagione 2 – all’inizio ero un po’ scettica, soprattutto non avendo visto i film su Capitan America, ma in pochissimo tempo mi ha conquistato. Go Peggy. Go!
  7. Elementary, stagione 4 – devo essere una delle rare persone al mondo a non aver mai visto il Sherlock inglese e a “preferirgli” questa versione con un Watson donna, la stupenda Lucy Liu. Il finale della scorsa stagione mi ha lasciato con una voglia incredibile di scoprire come andrà avanti, ma soprattutto col desiderio d’incontrare, finalmente, il padre di Sherlock!
  8. Arrow, stagione 5 – che qualcuna osi dire che non lo guarda per gli addominali di Stephen Amell! Infatti nella terza stagione si sono visti pochissimo e il mio interesse è sceso, in più [SPOILER ALERT] Felicity è improvvisamente diventata odiosa, Sarah se n’è andata, Laurel ha avuto troppo spazio e suo padre è diventato all’improvviso mezzo scemo. Senza contare l’inserimento a forza dell’IronMan dei poveri, Ray Palmer. Perché continuero’ a guardarlo quest’anno? Non so, sicuramente perché voglio scoprire cos’altro è successo a Oliver nei due anni mancanti dei flashback e poi pare che facciano una specie di rebooth e magari si riesce a tornare ai fasti della prima stagione. O forse no e l’abbandonero’ senza pietà.
  9. The 100, stagione 3 – l’avevo iniziata pendando fosse l’ennesima serie trasg adolescenziali della CW e invece ha saputo stupirmi coi suoi toni dark. Ovviamente shippo tanto, tantissimo i Bellarke e non so se potro’ resistero fino al midseason per scoprire cosa succederà.

Mi pare che sia tutto, per il momento.
Delle nuove serie, per ora, non parlo perché non ce n’è nessuna che mi ha davvero fatto venire voglia di guardare almeno il pilot. Anche se poi, sicuramente, non sarà cosi’ e scopriro’ tanta bella roba interessante.

Annunci

6 pensieri su “Serie TV 2015-2016

  1. Uh, io seguirò grey’s anatomy, e poi volevo vedermi private practice..sicuramente qualche serie vecchia vecchissima che volevo vedermi e che non sono mai riuscita a vedere…tipo once upon a time 🙂

    • Grey’s Anatomy non l’ho mai seguito, ma ho un problema proprio con la sua creatrice, in generale tutte le serie TV di Shonda non mi piacciono! Sono riuscita a vedere giusto un po’ di Private Practice, ma non in maniera regolare.
      Once Upon A time, invece, ha qualche alto e basso ma lo trovo bellino 😀

      • Grey mi è piaciuto dall’inizio, anche se nell’ultima stagione mi è scaduta proprio!!
        Private practice lo sto guardando ma un pochetto mi sta annoiando, non so..
        Once avevo visto le prime puntate e poi avevano spostato giorni/orari e me l’ero perso..quindi sono curiosa 🙂

  2. Aaaallora.
    -Vikings: dopo mesi senza mio marito in casa e disgrazie e malattie e cazzi a mazzi, ora è l’ora di riprendere dove avevamo lasciato, ovvero all’inizio della terza stagione. Non vedo l’ora! Una delle serie che amiamo di più.
    -Peaky Blinders: lo ammetto: ho visto due puntate della seconda serie senza mio marito. Non ho resistito. Cillian Murphy mi stende col suo romantico cinismo, Sam Neill è un dio della recitazione sotto le mentite spoglie di un eterno coprotagonista. Sangue, violenza, amore, tradimento, storia, delirio. Di sicuro la miglior scoperta del mio consorte in fatto di serie.
    -Grey’s Anatomy: me lo guardo, piango, rido, mi dispero, mi incazzo e continuo a guardarlo. Shonda è una sadica. Quando G.R.R. Martin ha un incubo, il copione lo scrive Shonda. Crea dipendenza.
    -Pretty Little Liars: l’ultima serie, la sesta, mi ha davvero stupita, è stata audace, anche se ripescano personaggi vecchi di anni di cui io avrei fatto volentieri a meno per sempre. Molto, molto per adolescenti. Il mio personale guilty pleasure.
    -Downton Abbey: l’idea che la prossima sarà l’ultima serie mi distrugge psicologicamente.
    -Orange is the new black: il Dio delle serie americane. Cazzo Che Bella. Non vedo l’ora che ricominci e spero che Piper resti in carcere in eterno perché non finisca mai. Non è bello da dire, lo so.
    -Sherlock: ho resistito un paio d’anni alle insistenze delle mie amiche sherlock-addicted, poi ho ceduto e sono crollata senza riserve: Benedict Cumberbatch E’ Sherlock Holmes. E’ lui, punto. Ed è anche Alan Turing, e anche Smaug, e qualunque personaggio decida di interpretare. Lui E’.
    Martin Freeman lo adoro dai tempi di Love Actually e della Guida Galattica per Autostoppisti. L’attore che fa Moriarty… sconosciuto ai più, ma l’ho già ammirato in un paio di film di nicchia gradevolissimi. E’ bravissimo, viscido come una serpe, come dev’essere.

    Ma davvero guardo tutte queste serie? Diobono. E sì che sono praticamente tutte in pausa, creandomi scompensi psicologici.

    Non è incredibile che guardiamo entrambe 250 serie diverse e che non ne abbiamo neanche una in comune?

    • – Peaky Blinders non lo conosco ! Ora vado a informarmi.
      – Vikings volevo vederlo, ma avevo già troppe serie.
      – Dowton Abbey dopo la morte di Sybil non sono più riuscita a guardarlo.
      – Orange Is the New Black me lo sono dimenticata! Lo guardo su Netflix con mio marito nei rari momenti in cui abbiamo qualche ora da soli e lo adoriamo.

      Quindi, in realtà, almeno una in comune ce l’abbiamo.

      • Peaky Blinders è di una bellezza brutale. Una serie comparabile a un capolavoro del cinema, per complessità dei personaggi e dell’intreccio, bravura degli attori, musica EPICA.
        Senza Downton Abbey perirò, lo so già. La morte si Sybil mi ha distrutta, ma amavo troppo Tom per separarmene ❤

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...