La scelta del parto: cesareo o no?

Premessa 1 : non ho assolutamente niente contro il cesareo, soprattutto se fatto per ragioni mediche.
Premessa 2 : Blop è nato con un cesareo, dopo un dolorosissimo travaglio indotto di oltre 30h, e l’ho vissuta bene. Post operazione compreso.
Premessa 3 : BlopBlop  a 38 settimane é stimato a circa 3,7kg praticamente tanto quanto suo fratello a 41 settimane.

Tutto questo per dire che, lunedì, ho avuto l’ultima visita dalla ginecologa della maternità e si è parlato della possibilità di fare direttamente un cesareo programmato lunedì prossimo.
Ho tentennato parecchio, e ancora tentenno, nonostante alla fine abbia deciso di darmi un’ultima possibilità di parto naturale. Lo ammetto tranquillamente: le dimensioni a termine di BlopBlop mi fanno paura, soprattutto perché io sono solamente 1m55, ma la ginecologa mi ha rassicurato che non vuol dire niente e se per caso decidesse di nascere prima sarebbe, comunque, di dimensioni “normali”.
Penso che il fatto che tutti i medici, a partire dall’ecografia del quinto mese, abbiano lasciato intendere che bébé grosso e utero cicatrizzato uguale secondo cesareo, abbia un po’ condizionato la mia gravidanza.  Ero talmente convinta che avrebbero deciso di programmarmi il cesareo che non ho praticamente considerato nessun’altra ipotesi. Perciò, quando la scelta è spettata a me mi sono sentita persa. Parlando, e piangendo, con la dottoressa ho avuto l’impressione che se avessi scelto di programmare il cesareo, l’avrei fatto per una soluzione di comodo: niente più controllo del peso e dieta per evitare che BlopBlop ingrassi ancora, niente problemi per far tenere Blop a qualcuno, nessuna possibilità che al momento del parto il marito stia guidando un treno all’altro lato della Francia…nessuna di queste è, pero’, una ragione medica. E nonostante il primo cesareo sia andato benissimo, resta un’operazione chirurgica e mi mette ansia tanto quanto il dolore delle contrazioni.
D’altro canto, non è escluso che alla fine non si debba comunque fare il cesareo, visto che una volta arrivata alla 41 esima settimana non potranno più indurmi il parto, ma dovranno ben farlo uscire in qualche modo.
Comunque, il 22 gennaio faro’ un’ulteriore ecografia di controllo della crescita e, se BlopBlop ha raggiunto delle  dimensioni enormi, avro’ ancora una possibilità di cambiare idea e programmare il cesareo. O magari decide di nascere prima e risparmiarmi millemila ansie ed elucubrazioni.

Annunci

5 pensieri su “La scelta del parto: cesareo o no?

  1. Ho avuto sia un cesareo d’urgenza (ma dopo “solo” 12 ore di travaglio, che chiul), che un parto naturale, il secondo.
    Sinceramente no so quale sia meno peggio.
    Col cesareo (programmato, ovvio) non patisci prima, ma dopo sì. Col naturale ti riprendi in un baleno (a meno che non ti succeda un casino con l’eventuale cicatrice che… beh, lasciamo perdere), ma è una sofferenza indicibile (credevo di aver già raggiunto l’apice prima del cesareo, ma invece no: peggiora ancora!)
    Forse la cosa migliore sarebbe un parto naturale con epidurale programmata, ma comunque non è sicura al 100%, perché se il travaglio è veloce non fanno in tempo…
    E’ un bel dilemma. Credo che la domanda fondamentale sia se è peggio star male prima o dopo.
    Boh.

    • Io sono partita dal presupposto che a casa ho un bimbo di due anni e mezzo che non aspetta altro che la mamma non abbia più il pancione per farsi prendere in braccio, per esempio, e con la cicatrice del cesareo non potrei farlo. Oltre al fatto che abitiamo al quarto piano senza ascensore e portali su e giu due bambini più la spesa… Ovviamente se mi toccherà farlo, lo faro’.
      Pero’ ammetto di essere un po’ (tanto) terrorizzata dal dolore e dalla possibilità che non riescano a farmi la peridurale, anche se dovrei esserci abituata perche per Blop mi hanno indotto il parto la mattina del lunedì, contrazioni forti a partire da mezzogiorno e la peridurale me l’hanno fatta oltre 24h dopo, quando hanno visto che non si muoveva niente. Se ci ripenso mi chiedo “ma chi me lo fa rifare?”
      Su un’eventuale cicatrice non voglio nemmeno pensarci, per ora xD

      • la cicatrice non è niente, dai! io ho una linea appena visibile. e poi è comunque sotto la linea della mutanda 😀 Conta che comunque appena tornata a casa non potrai subito prendere in braccio Blop: il tuo corpo ha comunque bisogno di riprendersi dalla faticata e non so lì, ma qui è vietato alle puerpere andare in giro col bambino in braccio in ospedale, possono solo spingerlo nella culla con le rotelle, perché sono indebolite e sarebbe un rischio. Boh, non saprei, pro e contro (soprattutto contro, ma che ci vuoi fare?) in entrambi i casi.

        • Scusa, sono stata poco chiara, volevo dire i punti li sotto in caso di parto naturale….quella del cesareo che gia’ ho non si vede nemmeno, quindi una seconda non mi preoccupa.
          Neanche qui ti fanno tenere il bimbo in braccio e per tre settimane non dovresti allevare niente di più pesante del tuo bebe.
          Comunque, alla fine BlopBlop ha deciso per me. All’ultima ecografia, ieri mattina, e’ risultato di 4,8kg (più o meno) perciò la dottoressa ha deciso per il cesareo!

          • Che bisonte! :-O
            Pensa che mentre io pressavo fuori il secondo, le ostetriche e la dottoressa parlavano tra di loro: “Occhio, eh, che è stimato sui 4 chili”, e io: “COOOOOOOOSA?”
            Cavoli, potevano dirmelo prima?!
            Comunque sì: bruttabruttabrutta la cicatrice là sotto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...