Di tac e di diagnosi confermate

Lunedì mattina BlopBlop ha fatto la tac per confermare (o no) la diagnosi di trigonocefalia.
Siamo arrivati a radiologia alle 9h del mattino, con un nemmeno mesenne a digiuno dalle 6h, e ci siamo installati in sala d’aspetto. Dopo una decina di minuti, le radiologhe lo chiamano e decidiamo che sarò io ad accompagnarlo durante l’esame, in modo da poterlo allattare e calmare.
BlopBlop, pero’, la mattina e’ un vero dormiglione e non si sveglia ne’ mentre lo spogliamo, ne’ mentre lo installiamo sul lettino, ne’ mentre gli fanno la tac. Rimane li immobile fino a fine esame, sembrando finto. Meglio cosi, al meno l’esame andava bene alla prima e non abbiamo dovuto rifarlo ed esporlo ad altri raggi. Purtroppo la sua testolina avrà tempo per assorbirne altri nei prossimi mesi .
Torniamo in sala d’aspetto e dopo una mezz’oretta, la radiologa ci porta il risultato e ci chiede con aria seria se avevamo gia fissato appuntamento col primario, il dottor G, per farci spiegare la tac. Solitamente quando ti dicono cosi’ non e’ affatto buon segno.
Non appena se ne va, noi guardiamo le immagini e capiamo subito che la sutura metodica e’ bella chiusa e BlopBlop dovrà farsi operare. Aspettiamo, comunque, la conferma del chirurgo.
Conferma che, puntualmente, arriva alle 14h. Eravamo preparati alla possibilità’, ma abbiamo davvero sperato fino all’ultimo che non fosse vero, che non si dovesse operare.

Il chirurgo ci ha nuovamente spiegato, questa volta più in dettaglio, l’operazione e ha risposto alle nostre domande. Ogni due mesi circa avremo appuntamento con lui per vedere l’evoluzione, fare un punto della situazione e rispondere ad eventuali altre domande.

Blopblop si fara’ operare il 28 novembre 2016 e, se tutto va bene, restera’ una decina di giorni in ospedale, di cui uno in terapia intensiva per sorvegliare al meglio l’evoluzione post operatoria.
Ammetto che, una volta avuta la conferma della necessita’ di operare, speravo in una data più ravvicinata e fine novembre mi sembra lontanissimo, ma per fortuna l’operazione non e’ urgente e l’unica data disponibile era quella.
Il 2016 sara’ l’anno più’ lungo e stressante di tutta la mia vita.

Annunci

5 pensieri su “Di tac e di diagnosi confermate

  1. Caspita! non sapevo prima di tutto che avessi avuto un’altro figlio!
    Immagino che ansia per sta storia.. noi fra circa tre mesi dobbiamo andare al controllo per il cuore di Andrea, lui è nato con 5 buchini, un paio di settimane dopo ne erano rimasti 2 e mezzo (uno è biforcato) di cui uno non comporta nessun problema, mentre l’altro potrebbe, anche se ci hanno detto di stare tranquilli che in assoluto non è grave. Però il pensiero è sempre lì. Lo so.
    E ti viene una rabbia a volte. E altre volte invece ti senti fortunata nonostante tutto.

    • Vi hanno detto da cosa potrebbe essere stato causato?
      Io cerco di “consolarmi” dicendo che nella sfiga ci e’ andata bene perche si e’ una cosa rara (1/15000!), ma e’ operabile. Poteva andarci peggio.
      Pero’ certi giorni vorrei picchiare qualcuno dalla rabbia che mi sale.
      Pensa che tutti mi prendevano un po’ in giro perche’ sono stata preoccupata tutta la gravidanza. eppure non sono mai riuscita a togliermi dalla testa che ci fosse qualcosa. Sesto senso? Avrei preferito sbagliarmi…

      • E’ dato semplicemente dal fatto che non si era ancora finito di formare, la circolazione dei feti è diversa, il cuore è tutto a buchi perchè è il sangue della mamma che passa, verso il finire i buchi si chiudono, lui non li ha chiusi tutti, per questo verso gli otto mesi andiamo a rifare l’eco per vedere se si sono chiusi. La pediatra l’ultima volta sentiva ancora il soffio, ma lei era ottimista. Speriamo..
        Rara si la vostra! Certo però è conosciuta e curabile.
        Nella stessa stanza mia c’era un bimbo che aveva sempre un problema al cuore ma più serio, eredità di famiglia tra l’altro. Ecco anche io mi son detta, tutto sommato c’è sempre di peggio, allora da lì cerco di considerarla una scocciatura e basta.

        ps: la madre di mia suocera mi aveva più volte detto che bello e intelligente come Ricky non sarei riuscita a farlo di nuovo, ecco sai quante volte ho pianto pensando che aveva ragione che lui era talmente perfetto che questo per forza di cose doveva avere qualcosa che non andava? e altre volte piangevo pensando che non ero stata capace ne a partorirlo bene che a farlo bene visto tutti i piccoli problemi che aveva (cuore, ittero, le unghie che non si erano finite di formare, un occhietto che lacrimava, rigurgitava, tutte cose che Riccardo non ha avuto!)

    • Avevano dei sospetti o e’ un esame di routine? Qui in Francia adesso fanno il test dell’udito a tutti i bambini, alla maternità. Io pero’ ero talmente agitata per la craniostenosi che non ci ho dato troppo peso, ma in un altro caso sarei stata agitatissima.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...