Il senso di colpa materno

Io non lo so se capita a tutte le (bis)mamme, ma a volte quando guardo Blop mi sento sommergere da un immenso senso di colpa.
Blop ancora piccolo, ma diventato improvvisamente grande se paragonato col piccolissimo fratello.
Blop che amo più di tutto e a cui ho pensato di regalarlo un fratello, ma che in fondo non l’ha chiesto lui e per ora, a parte rubargli il tempo di mamma e papa’, non  fa granché.
Gliel’avevano tutti venduto come qualcuno con cui giocare e, invece, tutti non fanno che ripetergli “non svegliarlo”, “attento a non fargli male”, “non scuoterlo”.
Blop che sembra volergli gia’ bene a questo piccolo usurpatore, ma che a un bacino e una carezza trova il tempo di dire alla nonna “non picchio il bebe, ma il MOSTRO che c’e’ dentro”.
E allora io lo guardo e mi sento in colpa. Cerco di dirmi che con soli due anni e mezzo di differenza tra qualche tempo saranno contenti di aversi l’uno l’altro e giocheranno insieme come pazzi. Pero’ non riesco a fare a meno di chiedermi se abbiamo davvero fatto bene, se Blop ci perdonerà o le sue urla e suoi capricci continueranno. Se sarà sempre peggio. Se e’ tutta colpa mia.

Annunci

5 pensieri su “Il senso di colpa materno

  1. ma scherzi? nonono, questo senso di colpa è insensato! tu fai un regalo ad entrambi: non essere figli unici. regali loro il migliore amico che potranno mai avere, un compagno di giochi, litigi (ci vogliono anche quelli!) e confronti sempre a portata di mano. un esempio, un termine di paragone, un metro di misura. un obbligo ad adattarsi, a saper stare con gli altri.
    tu sei figlia unica? io ho due fratelli minori, siamo nati tutti a distanza di due anni gli uni dagli altri, e siamo profondamente legati. certo, quando avevo due anni ed è nato mio fratello ero incazzata, quando ne avevo 4 ed è nata mia sorella ero ANCORA più incazzata, ma mio fratello è diventato presto il mio compagno di giochi, il mio sottoposto (ihih) e il mio alleato, e poi lo stesso è successo con mia sorella.
    ci saranno i litigi, ci saranno i “mamma, ma perché dovevi fare per forza un altro bambino?”, come sbotta ogni tanto jan quando joachim gli devasta l’accampamento romano, ma l’affetto sarà l’elemento dominante e lo scoprirai presto 🙂
    vai tra’!
    (ma non lasciare blop da solo con blopblop finché il piccolo non sa difendersi, o potresti scoprire il lato vendicativo del fratello maggiore…)

    • Grazie! Io sono figlia unica e mi e’ sempre mancato un compagno di giochi, per questo ho sempre detto che almeno due figli li volevo, pero’ e’ vero che non so niente di relazioni tra fratelli e allora, complice la stanchezza, vado un po’ in crisi.

  2. Anche io mi chiedo cose simili spesso, però ora che Andrea ha 6 mesi c’è già qualche interazione durante la giornata, e non gattona ancora, quindi penso che piano piano tutto tornerà, anche se ogni tanto mi chiedo “ma se poi magari per qualche strano motivo si odiano??” ahah dai speriamo crescano in fretta così quando intorno all’anno saranno quasi di pari livello non dovremmo neanche più dire in continuazione “non fare, attenzione, piano” e potranno finalmente passare tutto il tempo a menarsi 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...