Playdate

playdate

Ieri, approfittando di un raro momento di ordine e pulizia della casa e dell’assenza lavorativa del Pater Familias, ho invitato un compagno d’asilo di Blop (e la sua mamma) a giocare a casa.
Praticamente e’ la prima volta che invitiamo qualcuno, perche’ quando il bar mamme-bambini era aperto, ci vedevamo sempre li con la mia amica italiana e sua figlia S, che e’ nata dieci giorni prima di Blop. Da che ha chiuso, complici anche gli asili diversi e i nostri orari lavorativi, non siamo più riuscite ad organizzare.

Ma torniamo al playdate con L. Blop era talmente eccitato ed incredulo che, nel pomeriggio, non ha praticamente dormito. Quando L. e’ arrivato, si sono messi a correre e saltare ovunque, uccidendo un povero trattore nella confusione. C’e’ da dire che Blop, quando e’ in preda a emozioni particolarmente forti, lancia a più non posso tutto quello che gli capita tra le mani. Per fortuna il fratello era in braccio a me, al sicuro.
Temevo che fossero ancora troppo piccoli per giocare insieme e, invece, nonostante qualche ovvio litigio, non si sono ammazzati di botte, ma si sono divertiti coi Lego Duplo e  col super camion dei pompieri Playmobil e una bellissima caserma dei pompieri in cartone e legno. Blop ha anche “letto” uno dei suoi libri preferiti al suo amichetto.
Dopo una sana merenda con torta al cioccolato, succo di mela e frutta varia,  i due compagni di giochi si sono arrampicati sul tavoli del salotto e da li saltavano prima sul divano e poi per terra. Devo ricordarmi di regalare qualcosa alla vicina di sotto per ringraziarla della sua pazienza e tolleranza al rumore.

Il momento più drammatico e’ stato quello dei saluti: L. non voleva tornare a casa e Blop non voleva che se ne andasse e nemmeno la consapevolezza di rivedersi la mattina dopo li ha calmati. Per fortuna in questi casi esiste un po’ di televisione per distrarre Blop.
Una bellissima esperienza da ripetere al più presto, magari in uno dei numerosi giardinetti intorno a casa nostra, se il bel tempo si degna di arrivare.

Menzione d’onore all’effetto imitazione: quando L. ha chiesto di fare pipi e ha usato il vasino di Blop, l’ha voluto usare anche lui e si e’ tolto spontaneamente il pannolino!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...