Esercitazione anti intrusione

Dal novembre scorso in Francia si vive un po’ con la paura di possibili attacchi terroristici : eventi annullati, controlli delle borse all’ingresso dei centri commerciali, aumento delle esercitazioni antiqualcosa nelle scuole…
Non esprimero’ la mia opinione al riguardo, se siano cose utili oppure no, d’altronde la gente ha paura e qualcosa bisogna fare per rassicurarla. Comunque. Alla riunione di inizio anno la direttrice ci aveva informati che, due volte l’anno, oltre alle esercitazioni anti incendio avrebbero fatto quelle anti intrusione e quelle di confinamento, per insegnargli a reagire in caso di tempeste apocalittiche o esplosioni di centrali nucleari (personalmente, questa e’ quella che mi mette più ansia di tutte). Non ci avrebbero informato prima per evitare che spifferassimo qualcosa ai nostri figli, ma ci avrebbero inviato una email per informaci.
E infatti, venerdì mentre eravamo a pranzo all’Ikea abbiamo ricevuto la suddetta email che ci informava del buon svolgimento dell’esercitazione. Ovviamente ai bambini non hanno detto “scappate a nascondervi che ci sono dei tizi pericolosi e malintenzionati a scuola”, ma l’hanno fatta in versione gioco : al suono di una trombetta, si sono spente le luci e i bambini sono dovuti rimanere nascosti immobili  e in silenzio,al buio, fino all’arrivo della direttrice.
Due anni fa, quando c’era stato l’allarme incendio al nido, Blop ne aveva (più o meno) parlato tutto emozionato, felice di aver visto i pompieri e stupito dalla novità. Mi aspettavo, più o meno, la stessa reazione. Invece niente, nemmeno un accenno.
La sera, allora, ho cercato di indagare un po’.

Mamma : Oggi avete giocato a nascondino?
Blop : Si
Mamma : E ti sei divertito?
Blop : No, ho avuto paura.
Mamma : Paura? E perche’?
Blop : Perche eravamo al buio, fermi e in silenzio e non potevo toccare la tenda.
Mamma : Come quando giochi a nascondi
Blop : Più immobile. Al buio.
Mamma : Ho capito e poi cosa avete fatto?
Blop : Poi siamo usciti e abbiamo gridato Youpiiiii (mima il gesto sollevando le braccia), ma qualche bambino piangeva. Io no, pero’.

 

Annunci

5 pensieri su “Esercitazione anti intrusione

  1. A volte mi domando se sia giusto far vivere delle “piccole, ricorrenti” paure, in preparazione di qualcosa che, forse, non capiterà neanche mai. Inoltre ho anche dei dubbi che, in caso di effettivo pericolo, queste esercitazioni siano efficaci. Un addestramento da soldato speciale ti permette di avere il sangue freddo e di mettere in atto le procedure prestabilite e ripetute mille volte. Una esercitazione ogni tanto ….. dubito. Comunque sorridiamo all’oggi, “domani è un altro giorno”. Buona serata.

    • A me ha fatto sorridere immaginando i malintenzionati entrare suonando una trombetta.
      Un minimo di preparazione e’ utile, penso anche alle esercitazioni in caso di terremoto che dovrebbero essere obbligatorie, su questa ho qualche dubbio. Speriamo che non serva mai, comunque.

  2. Questo post mi mette i brividi e mi fa quasi venire da piangere. Pensa te se dobbiamo preparare i bambini a questa evenienza.
    Però credo che sia utile, credo che sia meglio che essere completamente impreparati, e mi sembra che le maestre l’abbiano fatto nel modo migliore e meno traumatico.
    Io non posso dimenticare quei bastardi che hanno preso in ostaggio un asilo in Ossezia anni fa e che si sono fatti (/e – molte erano donne!) esplodere in mezzo ai bambini.

    • A me quando ha detto che aveva avuto paura veniva voglia di piangere. Sicuramente e’ meglio essere un pochino preparati, ma mamma mia!
      Che poi fanno sta cosa, ma l’altro giorno una barbona e’ riuscita a entrare a scuola e a trovarsi un angolo per dormire senza che nessuno la fermasse. Peccato per lei che io l’ho vista e “denunciata” alle maestre. Sicuramente era innocua e cercava solo riparo per la pioggia, ma ci fanno una testa tanta sulla sicurezza e poi ? (sono una brutta persona, lo so)

      • no, non sei una brutta persona: hai avvertito perché una persona estranea era all’interno dell’edificio, non perché era una barbona. questo te l’ha solo fatto notare prima.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...