Pronti, partenza, leggiamo!

65429p-hgtu5w2x
Dimetrodonti, stegosauri, apatosauri, deinonici, triceratopi, tirannosauri e tanti altri… Venite a conoscere i dinosauri in questo libro pop-up! In ogni pagina, dedicata ciascuna a un differente periodo geologico, troverete coloratissime illustrazioni con effetto 3D e tante informazioni su questi affascinanti periodo geologico.
La passione per i dinosauri di Blop, oramai, è nota a tutti. Ha anche un amico immaginario dinosauro, che lui chiama “mon ami dinosaure“. A volte diventano addirittura due e, insieme, combinano un sacco di marachelle. Pare che io e la mamma di tale dinosauro siamo amiche e li sgridiamo spesso.
I libri sui dinosauri, perciò, a casa nostra sono numerosissimi. Tra questi, uno molto completo, ma forse un po’ difficile, è questo libro pop-up.
Il libro presenta i sei periodi che compongono l’era del Paleozoico e gli animali che ci vivevano:

1. periodo permiano con i dimetrodonti

2. periodo triassico con i stauricosauri, i cinognati e il placerias
3. periodo giurassico con gli apatorauri, gli stegosauri e i ranforinci (o ranforinchi?)
4. periodo cretacico inferiore con i tenontosauri e i velociraptor
5. periodo cretacico superiore con i triceratopi (i preferiti di Blop) e il T-Rex
6. periodo mesozoico con i parasaurolofi e gli anchilosauri
Rispetto agli altri libri che abbiamo, questo si distingue per un testo più elaborato e per idisegni più seri e simili alla realtà. Un libro per veri appassionati.
Editore: Dami Editore
Collana: Libri a tre dimensioni
Anno edizione: 2016
Pagine: 12
Prezzo : 6,90€
Età : A partire dai 3 anni
Annunci

Pronti, partenza, leggiamo!

Un libro-gioco perfetto per familiarizzare con gli animali.
In ogni pagina si possono toccare diverse parti degli animali per scoprire le varie consistenze e sentire i loro versi. Senza dimenticare il testo da leggere con mamma e papà.
Belle illustrazioni, pagine spesse e cartonate adatte alle piccole dita poco delicate. Un vero successo sia con Blop che con BlopBlop.
Se proprio devo trovargli qualche difetto è sicuramente il prezzo, ma anche le dimensioni perché occupa davvero tanto spazio (infatti noi l’abbiamo lasciato nella casa di campagna dove abbiamo più spazio).
9788809794443_0_0_300_75
Fin dalla copertina, questo libro si presenta come un libro-gioco: puoi toccare il muso della mucca, sentire la consistenza e ascoltare il verso quando premi. Nelle pagine interne, accarezza il cavallo, la pancia del maialino, il becco dell’oca, le piume del gallo… e ascolta i loro versi!
Editore: Dami Editore
Collana: Tocca e senti
Anno edizione: 2014
Pagine: 16 p., ill. , Cartonato
Prezzo : 16,90€
Età : Da 1 ann0

Pronti, partenza, leggiamo!

Finite le vacanze, riprendiamo i libri che fanno furore nella libreria dei piccoli mostriciattolo (ops, amori della mamma).

Blop ha avuto un periodo “caca boudin” che, in italiano, si potrebbe tradurre con “pipi cacca”, ma che non credo abbia una traduzione letteraria. Durante questo periodo, che in realtà, ogni tanto riappare, il suo libro preferito era proprio Cacca pupù di Stephanie Blake.

9788883622588_0_0_300_75

 

Sapeva solo dire e rispondere a tutti Caccapupù: quando gli toccava svegliarsi, quando doveva mangiare, quando doveva lavarsi. Piccolo e cocciuto, anche al lupo minaccioso che finì col divorarlo, il coniglio rispose beffardo Caccapupù! E che sorpresa quando il fiero lupo si ammalò: anche lui riuscì solo a pronunciare Caccapupù. Con l’intervento del dottore il lupo riuscì a liberarsi del marmocchio che così proclamò la propria identità; “Mi chiamo Simone!”. Il coniglietto era diventato grande, e per dimostrarlo, ecco una risposta ironica di fronte all’ennesima imposizione dei genitori.

Un librino divertente, economico, leggero, poco ingombrante, ma che fa impazzire i bambini. Cosa volere di più?

Editore: Babalibri
Collana: Bababum
Anno edizione: 2012
Pagine: 32 p., ill. , Brossura
Prezzo : 5,80€
Età : Dai 3 anni

Pronti, partenza, leggiamo!

Uno dei libri in italiano preferiti da Blop perché unisce l’utile (imparare qualcosa, in questo caso le forme) al dilettevole (le varie filastrocche), senza dimenticare la parte tattile. Il libro, infatti, ha le pagine bucate per riprodurre le varie forme. Anche BlopBlop comincia a interessarsene e a girare le pagine tenendole dal centro.
trasforma-la-forma-106771
Un libro o un giocattolo? Da guardare, da toccare, da manipolare. Da tenere in mano anche quando la mamma è di là per non fare capricci. Per imparare con le dita, per imparare coi buchi.
Editore: La Coccinella
Anno edizione: 2015
Pagine: 24 p., ill. , Cartonato
Prezzo : 7,50€
Età : Dai 3 anni

Pronti, partenza, leggiamo!

BlopBlop, al contrario di quel grande lettore che è il fratello, fino ad adesso non ha mostrato una grande passione per i libri.
Inauguro, quindi, questa “rubrica” con un titolo che ha avuto la capacità di appassionarlo fin da subito:

Facciamo le facce

facciamo-le-facce

 

Ogni faccia rappresenta una determinata espressione, che corrisponde a sua volta a un’emozione: gioia, rabbia, tristezza, stupore… I bambini avranno modo di osservare le immagini, esercitando la loro capacità di riconoscimento delle figure e degli stati d’animo associati.
A ogni faccia è affiancata una breve filastrocca che mamma e papà possono leggere ai piccoli i quali, avendo tempi di attenzione ridotti, preferiscono testi con poche parole e apprezzano, inoltre, la musicalità delle rime.

BlopBlop ama moltissimo imitare le espressioni che vede e se gli si chiede quale gli assomiglia indica quella che ride, mentre se deve indicare il fratello indica la faccia arrabbiata. Ogni volta mi viene da ridere, ma forse i miei figli stanno cercando di mandarmi un messaggio.

Editore: Gribaudo
Anno edizione: 2011
Pagine: 12 p., ill. , Cartonato
Prezzo : 7,90€

La speranza sono i nostri figli

Oramai sono anni che non scrivo più niente di “politico”, “impegnato” o solo leggermente riflessivo. La maternità deve avermi mangiato gli ultimi neuroni rimasti. O forse e’ stata la stanchezza.
Non e’ che non mi interessi mai a cosa succede nel mondo, piango sentendo meta’ delle notizie del telegiornale , mi incavolo e mi indigno. Canto ai miei figli canzoni engagees per farli addormentare, sono di Genova e sono cresciuta a pane e De Andre, per dire.

Comunque, tutto questo sproloquio per dire che quando vedo Blop (italo-francese con un po’ di sangue inglese) giocare con M. (italo-egiziana) e Z. (coreano-tedesca), le sue amiche del cuore, mi viene da pensare che c’e’ ancora speranza per il futuro.
Che senso mai potranno avere delle frontiere per questi bambini dai mix più improbabili?